Attualità

OFFICINA DELLA SCRITTURA, un percorso affascinante dalle origini del segno

By on 06/06/2021

Intere generazioni sono cresciute e hanno attraversato momenti simbolici della loro vita attraverso il regalo di una penna, che spesso è stata simbolo di un traguardo. Un pezzo di storia della nostra vita è stata scandita dall’avere regalato o ricevuto una penna.

Quante volte leggendo vecchie lettere ci siamo ricordati di quanta importanza abbiamo dato alla penna con la quale abbiamo trasferito i nostri pensieri e le nostre emozioni su un foglio bianco. Con il computer abbiamo perso il contatto con le nostre emozioni più profonde, il digitale ci ha fornito l’immediatezza, la velocità, la possibilità di cancellare quanto scritto che non ci piace, o duplicare un documento. Ma solo nella scrittura manuale riemergono, creando una forma di transfert, i momenti più importanti. Nonostante la tecnologia abbia completamente cambiato il rapporto di ognuno di noi con la scrittura, l’oggetto penna rimane un simbolo, un’ICONA DI STILE che non ha perso il suo fascino.  E ancora quanta fatica quando eravamo bambini, per evitare macchie e rendere le nostre lettere belle e aggraziate, quanto sforzo e impegno abbiamo messo per ottemperare al significato di quella astrusa parola di origine greca CALLIGRAFIA , ossia bella scrittura. Quando stampiamo un foglio otteniamo un prodotto finito, perfetto nella sua visione dal quale non traspaiono le emozioni: la rabbia, la difficoltà,  la gioia nella ricerca di un lemma, una parola che restituisca il significato più appropriato per il concetto che vogliamo esprimere.

La fruizione di un museo avviene spesso in maniera passiva, attraverso la visione di quadri, sculture o video che riproducono le vicende degli autori. Nel caso del MUSEO DEL SEGNO E DELLA SCRITTURA, primo museo dedicato alla scrittura, che si trova a Torino strada Abbadia di Stura 200, si ha l’occasione di immergersi attraverso l’OFFICINA DELLA SCRITTURA in un percorso di scoperta della grafia, nella storia della scrittura tra passato e presente. E’ situata all’interno della MANIFATTURA AURORA, nata nel 1919. Si tratta di un museo che ripercorre le origini del segno, la storia dell’azienda di famiglia, la famiglia VERONA,  che ha importato dagli Stati Uniti le macchine da scrivere REMINGTON e poi ha creato e diffuso in tutto il mondo le penne AURORA, simbolo prestigioso del made in Italy. All’interno del museo è possibile scoprire l’evoluzione nei vari secoli della scrittura, dai primi strumenti alla penna d’oca fino alla scoperta del pennarello.

Durante la visita sono esposte le 13 penne iconiche del XX secolo, come la Watermann’s 22 del 1896 e la HASTIL AURORA disegnata da Marco Zanuso ed esposta al MoMA di New York. La visita all’Officina della scrittura non si esaurisce all’interno del museo del segno, ma si può essere guidati all’interno della MANIFATTURA. Un itinerario di 2500 mq.nelle varie fasi del lavoro, in un ambiente luminoso, a misura d’uomo, per poter vedere da vicino con i vari macchinari, come viene costruita una penna. Un’immersione nelle varie fasi di un mestiere artigianale che è sempre stato motivo di orgoglio del nostro paese, come la piccola e media industria manifatturiera italiana. Tra l’altro l’AURORA è l’unica fabbrica al mondo a produrre il pennino oltre a creare edizioni e serie numerate e limitate per i collezionisti. La fabbrica AURORA ha tuttora una richiesta estera fiorente: Europa, America, emirati Arabi e mercato asiatico, in particolare Cina e Giappone.

Dopo un lungo periodo di sofferenza, anche a livello culturale, si può ricominciare dalle origini della scrittura. Un ricco calendario di proposte per attività didattiche, per le famiglie, corsi di calligrafia e anche un ristorante interno.http://www.officinadellascrittura.it

TAGS
Il mio Twitter
  • Non riesco a capire il professore #Barbero. Differenze strutturali tra uomo e donna ?? A me pare grave quello che… https://t.co/PGkw4ciwNB

    Tweeted on 03:18 AM Oct 21

  • Iero allo Stand Yume. @YumeEdizioni https://t.co/wnc6WfrH8x

    Tweeted on 10:34 PM Oct 17

  • https://t.co/xZRtF8vozD

    Tweeted on 04:48 AM Oct 17

  • Oggi al Salone del Libro di Torino! https://t.co/h637jfv53P

    Tweeted on 04:42 AM Oct 17

  • Forse a quel ragazzo di Bologna non hanno detto nulla di cosa sono i totalitarismi. Può sempre documentarsi prima d… https://t.co/JML1TkAbw6

    Tweeted on 12:46 AM Oct 16

  • Amore mio, nell'ora più oscura sgrana il tuo sorriso e se d'improvviso vedi che il mio sangue macchia le pietre del… https://t.co/BPhiE5TzTE

    Tweeted on 10:52 PM Oct 12

  • Tra continua pubblicità di poltrone e prodotti per sentire il nostro paese è pieno unicamente di sordi e pantofolai… https://t.co/9aSLRoWfC1

    Tweeted on 02:58 AM Oct 12