Racconti

Genesi dei miei racconti

By on 26/11/2012

Il primo spunto per un racconto nasce da fatti casuali, dallo sguardo rapito di un bambino con la faccia sporca che insegue un colombo, da una vecchia con i capelli scomposti, dall’increspatura delle onde, da quel particolare colore del mare al tramonto. Nasce dalle espressioni della gente mentre litiga, dal colore degli occhi della donna che sorride guardando i suoi bambini.

In quei momenti la mente cattura segmenti di vite altrui, dettagli che poi si espandono assumendo una forma più precisa e un contenuto. Dietro uno sguardo si nasconde un sentimento che brucia, una delusione improvvisa, una parabola di vita misera o generosa. Poi lo stesso sentimento, quella delusione, quella vita squallida o generosa, diventano tracce di storie.

Le storie assumono contorni più definiti e possono deviare verso l’irrazionale, possono diventare sogni interrotti, amori improvvisi e devastanti. L’incontro trasforma, altera, modifica.

Può accadere tutto in una notte, durante un viaggio, le parole creano solchi e alzano barriere. Non ci sono realtà consolidate ma fragili equilibri.

TAGS